10Feb

Benefici del cacao: San Valentino è una delle feste più importanti e più conosciute in tutto il mondo occidentale.

Una delle grandi tradizioni di San Valentino è quella di donarsi dei cioccolatini. Ma perché?

La pratica di scambiare cioccolato durante questa festa non è dovuta solamente al fatto che si tratti di dolci che in genere sono molto graditi e sono visti come segno d’affetto, ma ha anche un significato preciso.

I Maya erano convinti che il cioccolato avesse proprietà curative e spirituali, tanto da chiamarlo “il cibo degli déi”. Inoltre, il cioccolato è noto per le sue qualità afrodisiache, è in grado di donare energia e di accendere le nostre emozioni positive. Si narra che il re degli Aztechi, Montezuma, bevesse 50 tazze di cioccolata al giorno, che diventavano 51 in occasione dei suoi incontri amorosi.

Forse perché il cioccolato è simbolo di dolcezza, amore, passione? Non solo: c’è un preciso significato storico.

Il cioccolato (il cui nome originale in greco significa ‘bevanda degli dei’) era infatti, nel passato, un prodotto così prezioso che veniva anche usato come merce di scambio nel baratto e come moneta. Il suo valore era estremamente alto, in quanto i semi di cacao venivano portati dall’America (il cacao è stato scoperto solo dopo la conquista dell’America Meridionale) e quindi, essendo molto costoso, era un cibo destinato ai nobili.

Da sempre considerato un prodotto d’élite e quindi destinato solamente alle classi agiate, le uniche che potessero permetterselo, il cioccolato era un dono estremamente prezioso. Nei secoli scorsi, donare del cioccolato era visto come oggi sarebbe percepito il dono di un prezioso gioiello: un dono di incommensurabile valore.

Oggi il cioccolato, lo sappiamo, non è affatto un bene irraggiungibile e chiunque può permettersi una bella scatola di dolcetti. Ma la tradizione è dura a morire ed è rimasta ben salda quindi ancora oggi a San Valentino si usa donare del cioccolato alla persona amata. Fra l’altro è noto che il cioccolato contiene serotonina, che è una sostanza con effetto antidepressivo, e secondo alcuni avrebbe anche delle proprietà afrodisiache.

Benefici del cacao e controindicazioni

Il cioccolato prodotto a partire dai semi di Theobroma cacao è considerato di fatto un “functional food”, cioè un alimento in grado di apportare all’organismo da un lato sostanze nutritive e dall’altro sostanze capaci di produrre un effetto biologico positivo.

Il cacao contiene molti flavonoidi, sostanze benefiche che agiscono positivamente sul sistema cardiovascolare, per la loro capacità di modificare alcuni processi patologici coinvolti nello sviluppo delle malattie cardiovascolari. Sarebbero infatti in grado di inibire il processo di formazione delle placche aterosclerotiche; di ridurre la tendenza delle piastrine a raggrupparsi e formare coaguli di sangue; di ridurre le infiammazioni a carico delle pareti dei vasi sanguigni e di regolarne il tono e di ridurre i livelli della pressione sanguigna.

I flavonoidi rendono poi il cacao un potente alimento antiossidante in grado di difendere l’organismo dall’età che avanza e dai danni alla salute legati alla degenerazione cellulare. I flavonoidi infatti contrastano l’attività nociva dei radicali liberi nelle cellule, limitando così i danni che possono provocare.

Il cacao contiene inoltre diverse sostanze neurostimolanti, tra cui la caffeina e la teobromina, che agiscono sul sistema nervoso. Il consumo di cacao favorisce poi il rilascio di endorfine, peptidi naturalmente presenti nel nostro organismo, noti anche come “antidolorifici naturali” dagli effetti simili a quelli della morfina, regalando sensazioni di serenità e rilassatezza.

Tra le controindicazioni, è da ricordare che il cacao è un alimento molto calorico. Poiché contiene caffeina e teobromina, due sostanze neurostimolanti, il suo consumo è sconsigliato in caso di tachicardia. Particolare attenzione deve essere prestata al consumo di cacao dai soggetti allergici, dal momento che questo alimento stimola il rilascio di istamina.

 

San Valentino e il cioccolato, una delle feste più importanti e più conosciute in tutto il mondo occidentale.

Leggi l’articolo anche su MilanoBIZ